lunedì 22 aprile 2013

Brioches per granita

INGREDIENTI:
250 gr. farina 00 300 gr. farina manitoba 250 ml acqua 60 gr. burro 100 gr. zucchero 1 cubetto lievito di birra 2 cucchiaini miele 80 gr. zucchero 1 fialetta aroma brioche 2 uova 1 pizzico sale


PREPARAZIONE:
Unire la farina manitoba, l'acqua, lo zucchero, il burro, il lievito di birra  l'essenza brioche (o fialetta all'arancia), i due cucchiaini di miele ed il sale impastare.
Far lievitare per un'ora e mezza. Una volta trascorso questo tempo formare le brioche, porle su una placca da forno rivestita di carta forno e fare lievitare per ancora 30 minuti.
Spennellare le brioche con l'uovo sbattuto con poco latte e cuocere in forno già caldo a 180 C° per 20 minuti circa.

Orecchini perline, catenella e bottiglia riciclata!!!

 
Altra idea di riciclo creativo.......questi li ho realizzati usando solo la parte rigata della bottiglia......l'ho ritagliata a foglia, sbruciacchiata con la candela (per arricciare i bordi) e dopo aver forato la parte superiore ho assemblato il tutto....fine.

Orecchini perline e bottiglia di plastica


 
Per riutilizzare un bottiglia di plastica, ho creato questo paio di orecchini, solamente ritagliando a quadretti una bottiglia di aranciata da 500 ml........facilissimi e a mio parere anche belli!!!

Treccia di pane con le uova (di solito si fa per pasqua)






 

INGREDIENTI
3 cucchiaini di lievito di birra
1/3 di una tazza di zucchero di canna
1 tazza di latte caldo
1/2 tazza di farina
1 cucchiaio di succo di limone
6 cucchiai di burro fuso e raffreddato
1 cucchiaino di sale
1 cucchiaino di Vaniglia
4 uova
uova dipinte
Un uovo sbattuto (per spennellare)
perline colorate





PREPARAZIONE
Sciogliere il lievito secco nel latte caldo e mescolare per 5 minuti
Aggiungere le 4 uova, la farina, lo zucchero e tutti gli altri ingredienti
Inserire l’impasto nella macchina impastatrice per pane.
Impastare per circa un’ora. Alla fina dell’ora lasciare riposare ancora l’impasto per un’altra ora.
Infarinare una superficie da lavoro e lavorare l’impasto preso dalla macchina.
Dividere l’impasto in 3 grosse palle.
Farne tre lunghe strisce e intrecciarle tra di loro. Unire le estremità per completare la ciambella
Inserire tra le strisce della treccia le uova colorate, spennellare la treccia con albume d’uovo e aggiungere in superficie le perline colorate.
Infornate per circa 25 minuti finche il pane non sarà dorato. ^__^

sabato 20 aprile 2013

Riciclare le bottiglie di plastica!!!

Per riciclare le bottiglie di plastica, e farle diventare qualcosa di bello da vedere, occorre solo tempo e pazienza......il risultato è bellissimo (come potete vedere)
per farlo occorrono:
  • 2 bottiglie delle classiche bevande che si trovano in commercio, di colori diversi, però ricordandosi che una dev'essere per forza verde (per le foglie)
  • pistola per la colla a caldo
  • filo di ferro spesso (per fare lo stelo)
  • carta verde per fiori
  • candela
 
dopo esservi procurato questo materiale, tagliate le foglie e i petali uno ad uno......incollarli al filo di ferro, dandogli la forma della rosa, proseguite con le foglie e quando avrete incollato tutto nel modo desiderato, passate la carta verde per coprire il filo.................in fine accendete la candela e passatela su ogni foglia, in modo che gli dia la forma desiderata.....fine!!!! Stupende

Ricliclare creando

Utilizzare i contenitori di CD/DVD vuoti per creare delle mini serre.....naturalmente a chi come me ha la passione per il giardinaggio e del riciclo......in passato li ho sempre fatte con le vaschette di plastica e gli spiedini di legno, coprendo il tutto con i sacchetti per il frigo, poi in un blog (da dove ho preso questa foto), ho visto questo metodo e avendone parecchi in casa, ho pensato di farne uso....vi consiglio di fare la prova, molto semplici da fare, visto che ill'interno si inserisce il vasetto coi semi, si mette l'acqua solo la prima volta e si chiude, dopodichè la condenza provvederà ad innaffiare le piantine tutti i giorni......buon divertimento ^____^ !!!

PALLINE AL COCCO (tipo Raffaello)

Visto che la cucina è anche un luogo dove creare, io ci provo.......vi presento le mie palline al cocco "buonissime".........veloci da fare e ottime da servire agli ospiti!!!

 
Qesta è la procedura:
Ho sciolto 150 gr. di cioccolato bianco a bagnomaria...........ho sbriciolato in una terrina, 175 gr. di wafer alla vaniglia..........ho preparato la farina di cocco in un piatto............ho versato il cioccolato sciolto sui wafer aggiungendo qualche cucchiaio di latte...........ho amalgamato tutti gli ingredienti fino a far diventare il composto grumoso.....ho preparato le noccioline (di solito si usano le mandorle, ma io avevo quelle in casa) :P ..............ho preso un pò di impasto e gli ho messo la nocciolina al centro..........dopo averla chiusa a pallina, l'ho rotolata nella farina di cocco, messa nel pirottino........et voilà.......il gioco è fatto.......poi si mettono in un contenitore e si conservano in frigo. Slurp!!! ^___^

Detersivo piatti fai-da-te

3 limoni, 400 ml di acqua, 200 g di sale, 100 ml di aceto bianco
  • Tagliare i limoni in 4-5 pezzi togliendo solo i semi (è più facile se tagliate i limoni a rondelle o li spremete).
  • Frullarli con un mixer insieme ad un po’ di acqua e al sale. Per evitare intasamenti del filtro lavastoviglie, frullate a lungo e molto finemente la poltiglia. Controllate l’efficacia del vostro frullatore, altrimenti resteranno residui anche sulle stoviglie.
  • Mettere la poltiglia in una pentola, aggiungere tutta l’acqua e l’aceto e far bollire per circa 10 minuti mescolando, affinché non si attacchi. Quando il preparato si è addensato, metterlo in vasetti di vetro, possibilmente ancora caldo: si crea un sottovuoto che conserva il detersivo più a lungo.
  • Come si usa:
    • la quantità è a piacere per i piatti a mano. In caso di stoviglie unte basta aggiungere sulla spugnetta un po’ di detersivo classico per piatti
  • Attenzione!
    Se il miscuglio rimane grossolano e non lava bene. Ciò dipende dalla potenza del frullatore. Quando la poltiglia è intiepidita, ripassarla al frullatore.

Tutti gli usi dell'aceto bianco!!!

Ormai l’aceto bianco in casa nostra è diventato un tuttofare!!!
E’ chiaro che innanzi tutto l’aceto si usa in cucina: nelle insalate e nei barattoli di verdure conservate,
però è anche un potente sgrassante naturale, deodorante, economico ed ecologico, e può sostituire tranquillamente la maggior parte dei prodotti di pulizia che circolano nelle nostre case.
A differenza del bicarbonato, però, l’aceto non ha un potere igienizzante, ma un blando disinfettante.

Questi sono parecchi metodi per poterlo usare in casa:

Per le pulizie di casa

- Pavimenti: per avere dei pavimenti di ceramica lucidissimi, sgrassati e che restano puliti a lungo, aggiungete un dito di aceto e 3 gocce di sapone per i piatti nel secchio del mocio (non usate invece aceto sul marmo, perchè lo rovina!);
- Finestre: uno spruzzino all’aceto, preparato con una soluzione contenente una parte di aceto con quattro parti di acqua, pulisce egregiamente le finestre. Se i vetri devono essere sgrassati, si può aggiungere alla miscela mezzo cucchiaino di sapone per i piatti;
- Scarichi intasati: gli scarichi possono essere puliti usando una miscela di aceto e bicarbonato di sodio, nella quantità di mezza tazza di bicarbonato, seguìto da mezza tazza di aceto. Si versano uno dopo l’altro, si copre lo scarico e poi si sciacqua con abbondante acqua calda corrente;
- Anticalcare: i rubinetti macchiati di calcare si possono lucidare con una spugnetta imbevuta di aceto caldo. Se il calcare ha invece otturato i fori dei rubinetti o il microfono della doccia, li si può svitare e lasciare a bagno qualche ora in un recipiente pieno di aceto. Sempre con acqua e aceto si elimina il calcare dal box doccia;
- Antiruggine: una soluzione di acqua e aceto caldo toglie la ruggine dall’acciaio o dai coltelli;
- Pulizia delle pentole in acciaio: se come me bruciate spesso la cena, prima di lavare la pentola, riempitela con acqua calda e aceto per togliere i residui di cibo bruciato che restano attaccati alle pentole in acciaio;
- Muffa: per eliminare la muffa presente sulle piastrelle del bagno o sulla tenda della doccia, pulire con una spugna morbida e lo spruzzino all’acqua e aceto;

Elettrodomestici

- Frigorifero: pulire il frigorifero con una spugnetta imbevuta di acqua e aceto elimina gli odori e i residui di cibo grasso;
- Forno: per sgrassare il forno o per eliminare l’eventuale odore di cibo o di bruciato, si può pulire il tutto con una spugna imbevuta di acqua e aceto;
- Lavastoviglie: l’aceto bianco, nella quantità di mezzo bicchiere, sostituisce il brillantante. Per una pulizia periodica della lavastoviglie, azionare la lavastoviglie a vuoto aggiungendo un litro di aceto;
- Lavatrice: per eliminare il calcare dalla lavatrice, si può fare un lavaggio a 90° a vuoto, usando una soluzione composta da acqua e aceto, per un totale di 4lt;
- Ferro da stiro: per pulire un ferro da stiro otturato dal calcare, riempite il serbatoio con metà acqua e metà aceto e attivare il getto di vapore. Una volta spento, togliere il liquido, sciacquare con acqua pura, svuotare e far asciugare.

Tessuti

- Ammorbidente: mezzo bicchiere di aceto al posto dell’ammorbidente tradizionale rende il bucato morbidissimo e accentua il profumo del detersivo tradizionale;
- Anti macchia: per eliminare le macchie di cibo dalle tovaglie, tamponare la macchia con aceto bianco (o mettere alcune gocce di sapone per i piatti). Se si tratta di macchie da deodorante, prima di lavare il vestito, immergetelo in una bacinella contenente acqua e aceto;
- Colori: l’aceto fissa i colori e non fa stingere i tessuti. Soprattutto al primo lavaggio di capi nuovi, per rafforzare i colori dei vestiti, aggiungete mezzo bicchiere di aceto all’ultimo risciacquo della lavatrice (prima è però bene fare sempre una prova su un angolo nascosto del tessuto, per evitare di danneggiare il vestito);
- Tappeti: l’aceto è utile anche per smacchiare o deodorare i tappeti sporchi di cibo o macchiati di pipì di cani e gatti: lo si pulisce nel senso del pelo con una spugnetta bagnata di aceto.

Salute, bellezza e cura del corpo con l’aceto di mele

- Capelli: l’aceto è un ottimo lucidante per capelli. Si può fare l’ultimo risciacquo della testa con un litro di soluzione composta da acqua e una tazzina piccola di aceto di mele;
- Tisana tonificante, energizzante e dimagrante: bere al mattino un bel nicchiere di acqua fresca a cui si sono aggiunti 1 cucchiaino di miele e 1 cucchiano di aceto di mele.

Semplice da usare e fa risparmiare parecchio.... ^____^

Tanti modi per utilizzare il dentifricio!!!

Da un pò di tempo ormai, stò applicando un metodo di risparmio, per far quadrare i conti a fine mese, devo dire che va alla grande, ora vorrei condividere con voi alcune idee, spero di riuscire ad essere di aiuto a qualcuno!!!
Come primo argomento vorrei parlarvi dei modi in cui si può utilizzare il dentifricio oltre che a far brillare i nostri denti....ricordatevi solo di usare quello bianco, non altri tipi.
1) Allevia le irritazioni da punture di insetti, piaghe e vesciche.
Queste irritazioni della pelle tendono tutte a creare dell’acqua e, nel caso della puntura di insetto, a prudere.
Applica una puntina di dentifricio sulle punture di insetto per fermare il prurito e diminuire l’eventuale gonfiore.
Quando applicato a piaghe e vesciche, le asciuga, permettendo alla ferita di guarire più in fretta. La cosa migliore è applicarlo e lasciarlo agire per tutta la notte.

2) Allevia le scottature. Per piccole scottature che non coinvolgono una ferita aperta, il dentifricio può regalare un effetto rinfrescante temporaneo.
Applicalo delicatamente sull’area interessata subito dopo la scottatura; per un po’ allevierà il dolore e farà in modo che nella scottatura non si sviluppi dell’acqua e non si apra.

3) Rimpicciolisce i foruncoli del viso. Vuoi accelerare la guarigione di un brufolo? Applica una piccola quantità sull’area interessata la sera prima di andare a dormire. Al mattino risciacqua.

4) Pulisce le unghie. I nostri denti sono fatti di smalto ed il dentifricio va bene per loro, quindi è logico che il dentifricio vada bene anche per le unghie.
Per unghie più pulite, più brillanti e più forti, strofina la parte inferiore e la superficie delle unghie con uno spazzolino e del dentifricio.

5) Tiene i capelli in ordine. I dentifrici in gel contengono gli stessi polimeri idrosolubili di cui sono fatti molti gel per capelli.
Se cerchi uno stile ricercato con un’acconciatura estrema, prova il dentifricio in gel se hai finito il gel per capelli tradizionale. (questo è anche un ottimo trucco per far stare al loro posto le mollette dei bambini).

6) Lava via i cattivi odori. Aglio, pesce, cipolla ed altri alimenti dall’odore pungente possono penetrare nelle cellule della pelle delle tue mani.
Strofinare rapidamente le mani e le dita con il dentifricio rimuove tutte le tracce di cattivi odori.

7) Rimuove le macchie. Il dentifricio può far sparire da abiti e tappeti le macchie ostinate.
Per gli abiti, applica il dentifricio direttamente sulla macchia e strofina rapidamente fino a che la macchia non se ne è andata, poi lava come d’abitudine. (Fai attenzione perché a volte usare un dentifricio sbiancante può sbiadire il tessuto).
Per le macchie sui tappeti, applica il dentifricio sulla macchia e strofinala con una spazzola, poi risciacqua immediatamente.

8 ) Pulisce le scarpe sporche. Questa tattica funziona alla grande sulle scarpe da tennis o sulle scarpe di pelle consumate.
Come per le macchie sui tappeti, applica il dentifricio direttamente sulla parte sporca o consumata, poi strofina con una spazzola e asciuga.

9) Rimuove le macchie di pennarelli dalle pareti.
Strofina delicatamente un panno umido con un po’ di dentifricio sul muro segnato e guarda come sparisce il segno del pennarello.

10) Fa risplendere i gioielli e gli altri oggetti in argento.
Strofina il dentifricio sui gioielli e lascialo per tutta la notte. Al mattino ripulisci con un panno morbido.
Fai risplendere i diamanti strofinandoli delicatamente con l’aiuto di uno spazzolino, di un po’ di dentifricio e di un po’ d’acqua.
Risciacqua accuratamente per rimuovere ogni residuo di dentifricio.
Non usare questo metodo sulle perle, perché ne danneggerebbe la finitura.

11) Rimuove i graffi da CD e DVD.
Questo rimedio viene utilizzato con tassi di successo un po’ irregolari, ma sembra funzionare abbastanza bene su graffi poco profondi e macchie.
Applica un sottile strato di dentifricio sul disco e strofina delicatamente, poi risciacqua.

12) Pulisce i tasti del pianoforte.
I tasti del piano trattengono il grasso della pelle, attirando poi polvere e sporcizia.
Pulisci delicatamente la sporcizia con un panno umido che non lascia pelucchi e del dentifricio; dopo aver strofinato i tasti con il dentifricio, puliscili con un secondo panno che non lascia pelucchi.

13) Deodora il biberon.
Se il biberon sviluppa un odore acido, un’accurata pulizia con del dentifricio e una spazzola per pulire l’interno delle bottiglie rimuoverà i residui e eliminerà il cattivo odore.
Assicurati sempre di risciacquare bene.

14) Rimuovi le incrostazioni dal ferro da stiro.
Per quelli che utilizzano il ferro da stiro, dopo qualche tempo si può vedere che la piastra del ferro sviluppa una crosticina bruciata.
Il silicone contenuto nel dentifricio leviga delicatamente questo strato che assomiglia alla ruggine.

15) Un metodo antiappannamento per gli occhialini.
I sommozzatori, i nuotatori, gli atleti di triathlon potrebbero già conoscere questo comodo trucchetto: strofina una puntina di dentifricio in ogni lente dei tuoi occhialini, poi risciacqua accuratamente e voila!
Non ci sarà mai più bisogno di acquistare gel antiappannamento.
Cerca di non strofinare troppo vigorosamente, dal momento che gli ingredienti abrasivi contenuti nel dentifricio potrebbero graffiare le lenti.

personalmente ho sempre speso un bel pò di soldi in prodotti anche pomate per le punture di insetti o per le scottature del sole, che poi ho dovuto buttare per la scadenza.......così risparmio tempo e denaro........^__^

mercoledì 3 agosto 2011

Eccolaaaaaaaaaaaaaa


 Finalmente dopo una vita, sono riuscita a postare la tegola di cui vi avevo parlato, quella della mia amica (naturalmente non è più nella mie mani da un bel pò di tempo), stò cercando di finire altri tre lavori entro settembre
ma mi sembra difficile visto il grado di volontà (scarsissimo direi) e i molteplici impegni che ho, daltronde si sà: in estate è il periodo giusto per ristrutturare la casa, ed io stò sfruttando il bel tempo per poter fare i tanti piccoli lavoretti che nei periodi di freddo non si possono fare, anche se qui fino a novembre non se ne parla di freddo vero e proprio ( .........ma chi si lamenta ihihihihih )!!!!!!!!!!

Devo ammettere che finire questa tegola è stata una vera impresa, prima perchè ero totalmente insoddisfatta di come stava crescendo, il chè mi ha portato a rifarla parecchie volte (solo alcune parti), poi tre piccoli incidenti durante la costruzione, la terza volta stavo per abbandonare, ma naturalmente non è stato così, ed in fine eccola qua!!!! beh! a mio parere è venuta bene, e anche la mia amica è rimasta soddisfatta, voi cosa ne pensate???

 Stavolta ho deciso di dedicarmi hai piccoli particolari: come la tenda di legno, la grondaia, l'antenna satellitare il tendoto rotondo sulla finestra del piano terra e anche il muretto completo di separè in legno (tutti rigorosamente fatti a mano.................la mia),

 il cane, la paperetta, la griglia in metallo e la vespa antica li ho comprati tempo fa ed è finalmente giunto il mometo di piazzarli da qualche parte, le pietre che vanno a formare un mosaico, mi piacciono molto, a dire il vero li vorrei anche a casa mia (.............chissa magari un giorno).


Di solito opto per una sola facciata, ma come vi ho raccontato, mi piace cambiare sempre genere e non rifare sempre le stesse cose, anche perchè non avendo uno stampo mi è difficile copiare le cose già fatte.

 Spero che stavolta riuscirò a postare subito ciò che finisco, perchè mi fa molto piacere farvi vedere quello che faccio nel mio tempo libero, e detto ciò vi saluto in attesa dei vostri commenti...............kiss!!!!!!!!!!!!!!!!

domenica 6 febbraio 2011

Antica???............non tanto!!!

Quando decido di appendere qualcosa al muro, sono sempre indecisa, giro parecchio, prima di acquistare qualcosa che poi magari mi pento di aver comprato e che sicuramente andrà nel ripostiglio. 
Un giorno avevo deciso di comprare uno di quei quadri che sono molto spessi e senza la cornice, ma c'era sempre qualcosa che non andava bene:
- troppo grande per entrare nello spazio che avevo
- troppo piccolo
- disegni che non mi piacevano o che non si adattavano alla stanza.
Insomma non riuscivo a scegliere, così ho deciso di crearne uno tutto mio, ed ho fatto questo pannello in polistirolo lavorato e dipinto, vi piace???
 Ispirandomi ad una facciata di casa antica.  Ho cercato di essere più precisa possibile, ma visto che si doveva adattare alla stanza, non è proprio uguale...........ma l'importante è il pensiero!!!
Le sue dimensioni sono 40x20x0,3 cm, l'ho costruito tutto io: porte, finestre, ringhiere, mattoni, ecc..........anche quelle minuscole mollettine appese al filo, mi piace molto fare tutte questi piccoli oggetti.
Insomma alla fine ho trovato l'oggetto che stava in quella parte di muro e spero che ci rimanga visto che ogni cosa che faccio ha l'abitudine di sparire presto.......................ihihih!!!

Il prossimo progetto che stò quasi per terminare è un'altra tegola, che darò ad una mia carissima amica, che poverina aspetta da parecchio tempo, anzi colgo l'occasione per mandarle un bacio e dirgli che finalmente stò finendo.
Ma prima di consegnarla spero di riuscire a postarla, in modo da tenervi sempre aggiornati su ciò che combino..................!!!!
  

sabato 5 febbraio 2011

Una pergamena particolare!!!

Quest'oggettino è un piccolo pensiero che ho fatto io per regalarlo alla mia mammina, da appendere in cucina, in realtà erano due ma uno è scomparso.....................ihihihih no, non l'hanno rubato, mia mamma l'ha regalato a qualcuno.
Avevo comprato un bel pò di terracotta già pronta, ed era sempre li da una parte in attesa che la utilizzassi per fare qualcosa, poi un giorno mentre eravamo ad una delle tante sagre che fanno nei paesi, ho visto che c'erano questi oggettini  in terracotta, e anche tante altre cose, ma costavano parecchio, data la dimensione, poi mi sono ricordata della terracotta che avevo da parte e il giorno dopo mi sono subito messa in azione.............eccolo qua!!!   
Mi piace chiamarla pergamena, perchè è come se quei lati si fossero strappati, a mia madre sono piaciuti tantissimo, e anche agli altri, infatti ne ho fatte tantissime, diciamo che la terracotta l'ho utilizzata parecchio, ma visto che non ho un forno professionale mi sono arrangiata con quello di casa (un fornetto elettrico che uso per queste cose), però vengono bene!!!

giovedì 6 gennaio 2011

tegola campagna

Questa è una delle tegole, che per me raffigura l'idea di una casetta in campagna, rustica ma carina.
Per fare lo sfondo ho usato il guscio dell'uovo (lavato e asciugato all'aria aperta), devo ammettere che non è una passeggiata, perchè si perde un sacco di tempo a fare i pezzettini da incastrare l'uno all'altro, però alla fine il risultato è ottimo, poi ho aggiunto un bel fornetto a legna (sempre rustico) e tanti altri piccoli particolari che per via della scarsezza della foto non riuscirete a vedere, comunque dal vivo è piaciuta molto a tutti coloro che sono riusciti a vederla e ad averla.............!!!

martedì 28 dicembre 2010

tegola a casetta con archi

Questa è una tegola che ha avuto tantissimo successo, ormai mi sentivo male al solo pensiero di doverne fare un'altra uguale, mi fa molto piacere che le persone apprezzino quello che creo, ma a volte non capiscono che non ho lo stampo tra le mani, tutto quello che faccio è originale e vorrei che rimanesse tale, però sono felicissima di vedere come vanno via i miei lavori, anche se vorrei poterli tenere tutti per me........ihihih!!!

lunedì 27 dicembre 2010

Tagliere a casetta

Questa è un'ideuzza che mi è venuta all'inizio di novembre, ma che poi, ho realizzato alla fine per  mancanza di tempo, la foto mi è venuta una schifezza ma dal vivo è più carina........ihihih!!!!!
Ho in mente di realizzarne delle altre, visto che questa tra le mie mani c'è rimasta poco, anche se alla fine ho fatto un piccolo cambiamento: invece di poggiare a terra il gattino, l'ho messo su una panchina, ma non sono riuscita a fare la foto, perchè dovevo assolutamente consegnarla, quindi............sarà per la prox volta!!!

tegola con scala a chiocciola

Questa tegola è una mia vecchia creazione.
Mi piaceva molto l'idea della scala a chiocciola che sale sopra da fuori, infatti ne ho dovute fare parecchie copie, perchè è piaciuta a molti, peccato che io abbia una sola foto di questa tegola, avreste potuto vedere tutti i particolari che così non si vedono, dalla pizza nel forno alla gabbietta con l'uccellino che si trova al piano di sopra e altre piccolezze, vabbè! si vede lo stesso

domenica 26 dicembre 2010

Salve a tutti, mi chiamo Paola, mi piace creare un pò di tutto!!!
L'unica cosa in cui sono davvero negata è il cucito, ma chissà che non possa cambiare, e magari un giorno riesca a postare qualche lavoretto fatto con le mie mani..........boh vedremo!!!
Secondo me non c'è niente di più bello che potersi esprimere attraverso l'arte creativa, almeno questo è quello che faccio io, e devo ammettere che mi da molte soddisfazioni, se poi metti che dietro ho una famiglia che sa essere critica al punto giusto, mi gratifica, perchè grazie a loro riesco a migliorare ogni giorno di più.
Ho sempre gironzolato tra i vari blog in cerca di nuove idee che mi possano ispirare ancora di più, ma poi ho pensato: "e se mi facessi un blog tutto mio"?
Mi piacerebbe condividere le mie idee con gli altri, spero che le mie creazioni siano di vostro gusto!!!